Centro Studi Naturopatici

Grazie alla collaborazione con la Farmacia dr. Dall'Ara Paolo di San Quirico (Vicenza) le mie consulenze sia nautopatiche che floriterapiche secondo il metodo del Dr. Edward Bach sono gratuite previo appuntamento da richiedere direttamente in Farmacia o al numero 0445 473611


Cerca nel blog

lunedì 6 febbraio 2012

Il Nuovo Centro Studi Naturopatici

Spesso sui mass media assistiamo a dibattiti e prese di posizione sulle supposte incompatibilità che ci sarebbero tra medicina ufficiale e le cosiddette medicine alternative o complementari. Io credo che ormai sia giunto il momento di superare queste contrapposizioni e di parlare piuttosto di medicina integrata dove professionisti della salute di diversa competenza dialogano tra di loro allo scopo di raggiungere l'obiettivo comune del benessere di chi si rivolge a loro per una propria sofferenza. Sotto quest’ottica mi sembra palese che la medicina, in senso assoluto, debba necessariamente essere il risultato di un’integrazione di diverse discipline, ognuna delle quali può contribuire a raggiungere l’obiettivo di migliorare lo stato di salute psichica, fisica ed emozionale delle persone che ad essa si rivolgono. Se l’obiettivo è la salute il primo passo che qualsiasi medicina deve fare è quello di mantenerla e ,se possibile, di migliorarla. In questo campo direi che la medicina cosiddetta convenzionale svolge un ruolo molto importante perché il suo scopo è quello di curare una patologia già in atto e i suoi strumenti sono stati studiati a tale scopo. La stessa formazione della classe medica porta inevitabilmente a questo approccio, dato che il loro punto di partenza resta pur sempre la patologia. l’intervento della medicina tradizionale è più che giustificato e quindi in questi casi insostituibile quando la malattia ha ormai causato una lesione organica e quando le capacità di autoguarigione dell’organismo sono praticamente nulle. La naturopatia si pone di fatto ad un livello precedente a quello su cui opera il medico, essendo interessata alla prevenzione piuttosto che alla malattia, alla fisiologia piuttosto che alla patologia. I principi della Naturopatia classica hanno infatti come obiettivo prioritario la prevenzione primaria delle malattie da raggiungere attraverso il rispetto delle necessità fondamentali della natura del nostro organismo, stimolandone la forza vitale e le sue innate capacità di autoguarigione. Il confine quindi tra l’intervento naturopatico, che si dirige quindi verso il mantenimento della salute attraverso una “cura del terreno” costituzionale del soggetto, e la medicina tradizionale, deve essere individuato nella lesione organica o in altri termini quando la forza vitale dell’organismo non è più in grado di mantenere lo stato di equilibrio funzionale. Tuttavia, anche nella fase in cui dobbiamo ricorrere ad un intervento convenzionale, è comunque sempre di fondamentale importanza correggere tutte le abitudini di vita sbagliate che sono spesso concausa dei disturbi percepiti, altrimenti il traguardo della salute integrale e duratura resterà per sempre un pura illusione. In armonia con questa impostazione il Centro Studi Naturopatici si appresta a fare un salto di qualità. A Marzo infatti tutte le attività del Centro si trasferiranno in una nuova struttura in Via degli Alpini a Castelgomberto (VI). In questa nuova struttura, molto più ampia e funzionale, opereranno diverse figure professionali con lo scopo di proporre una serie di iniziative volte al recupero della salute attraverso metodiche non invasive integrando il lavoro di terreno svolto dal Naturopata e da professionisti del recupero funzionale con quello di medici che utilizzano metodiche complementari come agopuntura omeopatia e omotossicologia ma che potranno intervenire anche per il recupero della salute attraverso metodiche tipiche della medicina tradizionale occidentale.

Nessun commento:

Posta un commento